Vai a sottomenu e altri contenuti

Permesso e carta di soggiorno

Da lunedì 11 dicembre 2006, chi deve chiedere il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno, non dovrà più rivolgersi alla Questura, ma all'Ufficio postale.

La novità, realizzata grazie ad un accordo tra Ministero dell'Interno, Poste italiane, Associazione nazionale dei Comuni e patronati, riguarda i principali tipi di permesso e la carta di soggiorno per extracomunitari ed è facoltativa per i cittadini dell'Unione europea.

Possono essere presentate, presso gli Uffici postali, le richieste inerenti alle seguenti tipologie di permessi/carte di soggiorno:

Possono permesso di soggiorno per lavoro subordinato;

permesso di soggiorno per lavoro autonomo;

permesso di soggiorno per attesa occupazione;

permesso di soggiorno per motivi di famiglia;

carta di soggiorno per stranieri;

carta di soggiorno per stranieri richiesta del familiare convivente;

conversione permesso di soggiorno di altro tipo in permesso di soggiorno per motivi familiari;

permesso-carta di soggiorno per motivi di famiglia del figlio minore ultraquattordicenne;

aggiornamento della carta o del permesso di soggiorno, duplicato della carta o del permesso di soggiorno;

permesso di soggiorno per motivi di studio;

permesso di soggiorno per turismo.

Il permesso di soggiorno dura:

fino a tre mesi per visite, affari e turismo;

fino a sei mesi per lavoro stagionale e fino a nove mesi per lavoro stagionale nei settori che richiedono tale estensione;

fino ad un anno, per la frequenza di un corso per studio o formazione professionale ovviamente documentato;

fino a due anni per lavoro autonomo, per lavoro subordinato a tempo indeterminato e per ricongiungimenti familiari.

La carta di soggiorno è a tempo indeterminato. E' revocata in caso di condanna penale. E' valida come documento di identificazione, per non oltre 5 anni dal rilascio. Il rinnovo è effettuato a richiesta dell'interessato, allegando nuove foto.

Il titolare della carta di soggiorno può:

fare ingresso in Italia in esenzione di visto;

accedere ai servizi ed alle prestazioni erogate dalla pubblica amministrazione;

esercitare l'elettorato.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito della Polizia di Stato.

Requisiti

La carta di soggiorno è rilasciata a chi è regolarmente soggiornante da almeno 6 anni; è titolare, all'atto della richiesta, di un permesso di soggiorno che consenta un numero non predefinito di rinnovi (lavoro subordinato a tempo indeterminato, lavoro autonomo, famiglia, motivi religiosi se l'attività pastorale è a tempo indeterminato); ha un reddito sufficiente al sostentamento proprio e dei familiari conviventi; non è stato condannato, o rinviato a giudizio per i delitti previsti dagli articoli 380 e 381 del codice di procedura penale.

Costi

E' richiesta una marca da bollo di € 14,62.

Documenti da presentare

Permesso di soggiorno

•Il modulo di richiesta;

•il passaporto, o altro documento equivalente, in corso di validità, con il relativo visto di ingresso, dove richiesto, più una fotocopia dello documento stesso;

•4 foto formato tessera, identiche e recenti;

•una marca da bollo da € 14,62;

•la documentazione necessaria a seconda della tipologia del permesso di soggiorno richiesto.

Carta di soggiorno

•copia del passaporto o documento equipollente, in corso di validità;

•copia della dichiarazione dei redditi dell'anno precedente, da cui risulti un reddito non inferiore all'importo annuale dell'assegno sociale;

•certificazione attestante il luogo o i luoghi in cui ha soggiornato in Italia negli ultimi sei anni;

•certificato del casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali in corso;

•4 fotografie.

Termini per la presentazione

Entro 8 giorni dall’ingresso del cittadino straniero in Italia.

Incaricato

Questura territoriale

Tempi complessivi

I rilasci avvengono previa attestazione dei requisiti di legge
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto